sydney pollack

sydney-pollack

Solo due parole per ricordare una figura importante del cinema americano: Sydney Pollack se n’è andato ieri per il solito stupido cancro, all’età di 73 anni.

Non un grandissimo, a mio parere. Intendo dire: apparteneva a quella generazione di cineasti che ha sfornato pezzi da novanta quali Scorsese, Coppola e Woody Allen, geni innovatori ben più importanti di lui. Eppure la sua lunga filmografia presenta opere di un certo rilievo, dirette con classe e personalità: film commerciali, certo, ma non per questo disprezzabili. A mio avviso il suo capolavoro è I tre giorni del condor (film “impegnato” con Robert Redford, Max Von Sydow e Faye Dunaway – 1975), ma si ricordano con piacere anche Corvo rosso non avrai il mio scalpo, Tootsie e La mia Africa (che nel 1985 gli valse ben 7 premi Oscar).

Se devo essere sincero, però, credo che Sydney Pollack abbia dato il meglio di sè come attore caratterista più che in qualità di regista. Ottime le sue interpretazioni in Mariti e mogli di Woody Allen, nei Protagonisti di Altman e soprattutto in Eyes wide shut di Stanley Kubrick.

Se n’è andato un cineasta cinefilo con un volto da americano semplice e un cuore democratico. Ci mancherà.

Alberto Gallo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...