fortapàsc

locandina fortapàsc

Forse dovrei parlare del film.
Forse dovrei sottolineare che si tratta di una storia vera.
Forse dovrei riconoscere, con qualche giro di parole, che mi é piaciuto molto.
Forse dovrei dire che finalmente una pellicola (italiana) é riuscita ad affrontare il tema del giornalismo in modo serio, realistico e intelligente, senza scadere nell’idealizzazione nè tantomeno nella facile denigrazione.
Forse dovrei rallegrarmi del fatto che, dopo anni di film mediocri (vedi alla voce Marco Ponti), Libero de Rienzo – nella parte di Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra a 26 anni – ha finalmente trovato un ruolo all’altezza della sua bravura.
Forse dovrei cercare di inserire quest’opera, in qualche modo, nel filone del “nuovo cinema italiano”, sottolineandone i connotati (neo)neorealistici, quasi “gomorriani”, e la capacità di scavare a fondo nello squallore, etico ed estetico, della provincia meridionale.
Forse forse forse.

Ma la realtà é che, in fin dei conti, film di questo genere non possono che trasmettermi soltanto un enorme senso di nausea. Nausea per questo paese schifoso.
La vicenda si svolge nel 1985, ma non é cambiato niente: la mafia, i politici corrotti, i soldi che spariscono, la povertà, la solitudine che circonda quanti cercano di cambiare le cose.
Non é cambiato niente, e nulla cambierà.

Alberto Gallo

Annunci

3 thoughts on “fortapàsc

  1. Nel 1985 sono nata io. Ma questo non c’entra niente. Mi piace molto Libero de Rienzo e in più studio giornalismo, dunque questo film in un modo o nell’altro prima o poi sarà da me sicuramente visionato e, spero, apprezzato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...