piovono polpette

locandina piovono polpette

Flint Lockwood è un giovane “scienziato pazzo” che inventa una macchina capace di trasformare l’acqua in cibo. L’invenzione, però, dapprima acclamata in tutto il mondo come una delle scoperte più geniali dell’umanità, sfugge al controllo del suo creatore, rischiando di minacciare la sopravvivenza del pianeta.

Diciamolo subito: Piovono polpette non appartiene alla categoria di cartoni animati geniali che hanno reinventato il genere nell’ultimo decennio. Certo, è divertente; certo, la grafica (in 3D) è sofisticatissima; certo, non mancano i colpi di genio. Ma in generale si tratta di un’opera minore, un po’ banale, consigliabile prevalentemente a un pubblico di bambini sotto i 14 anni. Siamo più o meno dalle parti di Kung fu panda, tanto per intenderci.

A ben vedere, però, un pregio notevole questo film ce l’ha: l’intera vicenda, infatti, può essere letta come una critica al consumismo, all’alimentazione eccessiva e non sostenibile dei paesi occidentali. La cittadina americana in cui si svolge il film è un posto di ingordi, di irresponsabili, di mangioni incapaci di gestire con saggezza un’importante risorsa. E com’è ovvio tutto si ritorce in fretta contro di loro. Chissà se i bambini sapranno leggere tra le righe…

Alberto Gallo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...