i love you philip morris

locandina i love you philip morris

Vogliamo partire dal titolo? Vogliamo partire da quell’orrore insopportabile appiccicato alla versione italiana del film? Certo che passare da I love you Philip Morris a Colpo di fulmine – Il mago della truffa è un’operazione talmente smaccatamente ed esageratamente squallida da risultare quasi diabolica. Già me li vedo i “traduttori”: “Allora, cambiamo ‘sto titolo che sembra la pubblicità delle sigarette. E poi ‘sto film parla di froci, cerchiamo almeno di farlo sembrare una cosa romantica che magari qualcuno ci casca: io propongo Colpo di fulmine“, dice uno. “Ma no, ma quale Colpo di fulmine, che sembra una soap opera. Puntiamo piuttosto sul fatto che il frocio protagonista è un truffatore, chiamamolo Il genio della truffa! Ah no, quello esiste già, allora propongo Il mago della truffa“, risponde l’altro. Ma a placare gli animi ci pensa il terzo: “Raga’, son quasi le 17, devo andare a prendere mio figlio a calcetto, chiamiamolo Colpo di fulmine trattino Il mago della truffa e siamo a posto, ok? Dài che è tardi”.
Disgusto. Per inciso probabilmente questi tre individui sono gli stessi che all’epoca trasformarono proprio Matchstick men nel Genio della truffa. Ancora più disgusto. Ecco perché ho deciso di titolare questo post con il nome originale del film, che non sarà magnifico ma almeno non strizza l’occhio a commedie romantiche e film già visti. E poi è l’originale, appunto.

Ora: il film. Ecco, sul film, a differenza della questione titolo, non ho poi molto da dire. È una commedia con Jim Carrey, e questo dovrebbe già farvi capire molte cose. Eppure non è la solita commedia con Jim Carrey: non ci sono facce buffe, smorfie, situazioni grottesche, comicità fisica in stile slapstick ecc… I love you Philip Morris è la storia di un ex poliziotto omosessuale che, ossessionato dalla bella vita, passa la sua esistenza architettando truffe sempre più elaborate e pericolose. Finisce in carcere, dove si innamora di un galeotto di nome Philip Morris (Ewan McGregor, che a differenza di Carrey, invecchiatissimo, sembra sempre un ragazzino), ne esce e continua a truffare. Poi torna in carcere, evade e continua a truffare. E così via fino all’infinito.

Spesso prevedibile e sciatto, povero, quasi inconsistente sotto il profilo estetico, questo film, diretto dagli illustri sconosciuti, almeno per me, Glenn Ficarra e John Requa, vorrebbe essere la commedia brillante e originale con buone dosi di dramma e denuncia sociale che raramente riesce ad essere. Eppure, di tanto in tanto, la scena divertente o quella spiazzante riescono a dare allo spettatore quel contentino, quel tanto che basta a farlo uscire dalla sala pensando tra sè e sè “Be’ in fin dei conti non era malaccio”. E infatti è questo il mio giudizio finale: I love you Philip Morris non è malaccio. E devo dire, inoltre, che il finale davvero non me l’aspettavo. Pare che la storia sia ispirata a una vicenda realmente accaduta, ma mi sembra sinceramente alquanto improbabile. Pur nella sua mediocrità si tratta di uno dei ruoli migliori di Jim Carrey, forse il migliore in assoluto, a parimerito con The Majestic, dopo The Truman Show, Eternal sunshine e Man on the moon. Il che la dice lunga sul più grande talento sprecato degli ultimi vent’anni di cinema hollywoodiano.

Alberto Gallo

Annunci

3 thoughts on “i love you philip morris

  1. Tra quelle che hai citato, secondo me, l’interpretazione migliore di Carrey rimane Eternal Sunshine of the spotless mind, pari merito con The Truman show. Questo lo vedrò sicuramente, pur non aspettandomi il filmone ovviamente.

  2. secondo me in man on the moon ha dato davvero il meglio di se stesso, milos forman ha detto che in quel film non aveva mai lavorato con jim carrey, ma con andy kaufman e tony clifton. avrebbe dovuto vincere almeno un oscar per quell’interpretazione….comunque dai albi, talento sprecato forse è un po’ troppo, povero jimmy…diciamo che carrey potrebbe essere un po’ l’igor protti o il dario hubner del cinema americano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...