i dieci film più attesi del 2014

la rosa purpurea del cairo

Una delle conseguenze più fastidiose dello stato in cui versano le cose – tutte queste guerre, crisi economiche, violenze, populismi ecc. che quotidianamente funestano le nostre vite, a livello mediatico ma anche e soprattutto pratico – è che, nell’opinione di molti, il futuro ha smesso di esistere. O, più precisamente, ha smesso di esistere come opportunità, come speranza di cambiamento in senso positivo, facendoci arrendere al timore, alla paura che il domani sarà drammatico come l’oggi o forse – probabilmente – anche peggiore. Continua a leggere

Annunci

classifica di fine stagione / 6

The Great Beauty aka La Grande Bellezza film still

Stagione cinematografica piuttosto deludente, quella che si è appena conclusa. Pochissimi i capolavori, pochi i film che tra qualche anno qualcuno ancora ricorderà, molte le schifezze inguardabili, moltissime le delusioni. D’altronde, se tra i film peggiori c’è un’opera di Almodóvar e tra i migliori una di Ben Affleck vuol dire che qualcosa decisamente non quadra. Solito piattume per quanto riguarda il cinema italiano, con la sola (grandissima) eccezione del film di Sorrentino, unica pellicola nostrana di livello davvero internazionale.
Come di consueto ho preso in considerazione soltanto i titoli recensiti su questo blog da settembre 2012 a oggi: buona lettura!

Continua a leggere

i dieci film più attesi del 2013

django unchained

È stato un anno interlocutorio e non eccezionale, il 2012. Sì, in generale, ma anche da un punto di vista cinematografico, con parecchie delusioni e qualche buona sorpresa. L’anno che sta per iniziare, in ogni caso, si preannuncia interessante. Ecco quali sono, secondo me, i dieci film da non perdere per nulla al mondo tra quelli che approderanno sui grandi schermi italiani da oggi al prossimo 31 dicembre.

Continua a leggere

classifica di fine stagione / 5

melancholia

Almodóvar, Sorrentino, Allen, Cronenberg, Polanski, Wenders, Von Trier, Scorsese, Eastwood… A parte il fatto che, con l’eccezione del cineasta napoletano, questa lista di registi la si sarebbe potuta compilare anche vent’anni fa, e ciò la dice lunga sullo stato di salute del cinema “giovane”, la stagione cinematografica 2011-2012 è stata, complici anche i nomi appena elencati, una stagione ricchissima. Ricchissima di grandi ritorni, di grandi pellicole, di grandi sorprese e – non poteva essere altrimenti – pure di tonfi colossali. Dodici mesi ricchi di spunti d’interesse, inaugurati da uno dei migliori Almodóvar degli ultimi anni ed esaltati sul finale da un Cronenberg in forma e al passo coi tempi. Capolavori? Non molti, ma Melancholia rimarrà nella storia del cinema, mentre Drive e Shame potrebbero dare il via a carriere di altissimo livello. Buone notizie anche per il cinema italiano, con i Taviani premiati a Berlino e il convincente ritorno di Giordana. Su Woody Allen meglio stendere un velo pietoso, ma d’altronde non si può avere tutto.
A seguire le classifiche dei film migliori e peggiori della stagione. Come di consueto ho preso in considerazione soltanto i titoli recensiti su questo blog da settembre 2011 a oggi*: buona lettura!

pina

*** I DIECI FILM MIGLIORI DELLA STAGIONE ***
La pelle che abito
(Spagna 2011)
Carnage
(Francia/Germania/Polonia/Spagna 2011)
Drive
(Usa 2011)
Melancholia
(Danimarca/Svezia/Francia/Germania 2011)
Pina
(Germania 2011)
J. Edgar
(Usa 2011)
Shame
(Uk 2011)
The artist
(Francia 2011)
Cesare deve morire
(Italia 2012)
Cosmopolis
(Canada/Francia 2012)

shame

*** I CINQUE FILM PEGGIORI DELLA STAGIONE ***
In time
(Usa 2011)
Diaz
(Italia 2012)
To Rome with love
(Usa/Italia/Spagna 2012)
The raven
(Usa/Ungheria/Spagna 2012)
La mia vita è uno zoo
(Usa 2011)

drive

*** I CINQUE FILM PIU’ SOPRAVVALUTATI DELLA STAGIONE ***
Contagion
(Usa 2011)
Midnight in Paris
(Usa/Spagna 2011)
Paradiso amaro
(Usa 2011)
Young adult
(Usa 2012)

carnage

*** CINQUE FILM PARTICOLARI CHE MERITANO DI ESSERE VISTI ***
Super 8
(Usa 2011)
Another Earth
(Usa 2011)
Take shelter
(Usa 2011)
Mientras duermes (aka Bed time)
(Spagna 2011)
17 ragazze
(Francia 2011)

la pelle che abito

*** LE CINQUE DELUSIONI MAGGIORI DELLA STAGIONE ***
A dangerous method
(Uk/Germania/Canada 2011)
Le idi di marzo
(Usa 2011)
Hugo Cabret
(Usa 2011)
Pollo alle prugne
(Francia/Germania 2011)
The amazing Spider-Man
(Usa 2012)

cesare deve morire

*** I CINQUE TRE FILM ITALIANI MIGLIORI DELLA STAGIONE ***
This must be the place
Cesare deve morire
Romanzo di una strage
Niente da fare, non sono riuscito a trovare cinque titoli meritevoli di entrare in questa classifica. Sarà per il prossimo anno.

Alberto Gallo

* Con la parziale eccezione di The artist, che ho visto un po’ in ritardo e di cui ho parlato nel post dedicato ai premi Oscar 2011.

la noiosa classifica del british film institute

vertigo

Lo fanno ogni dieci anni. Il sondaggio, intendo, il cui format, portato avanti dal British Film Institute attraverso la sua rivista “Sight & Sound”, prevede che vari critici cinematografici di tutto il mondo stabiliscano la classifica dei migliori film di tutti i tempi.

E che noia, ragazzi: sempre gli stessi titoli che ormai tutti conosciamo a memoria, pochissime pellicole che siano state girate negli ultimi (non dico dieci ma) trent’anni, un miscuglio di generi, date e paesi da non capirci più una mazza… Voglio dire, che senso ha inserire nella stessa classifica un film muto girato in Unione Sovietica negli anni Venti con uno pseudo-horror americano del 2001? Cosa ci fanno uno accanto all’altro Gertrud di Dreyer e Pierrot le fou di Godard? Cosa c’entra un documentario sull’Olocausto della durata di 613 minuti con, tanto per dire, I sette samurai? Ecco le risposte: nessuno; non lo so; niente.

Il minimo sarebbe stato distinguere i film di fiction dai documentari e i film muti da quelli sonori. Perché questa top50, compilata così, ha lo stesso valore di quegli stupidi sondaggi che girano su Facebook che ti chiedono quali di questi 100 imperdibili libri hai letto in vita tua, elencando in ordine sparso La divina commedia, 1984 e Il gabbiano Jonathan Livingston. Che poi è un peccato, perché la maggior parte delle scelte dei critici interpellati, per quanto ovvie, sono assolutamente condivisibili, e casualmente Vertigo e Quarto potere sono pure nella mia, di top10.

E poi che senso ha una classifica dei film migliori di tutti i tempi senza nemmeno una pellicola di Woody Allen e Sergio Leone? Esatto, nessuno.

Nel dettaglio:
1. Vertigo. E grazie tante.
2. Quarto potere. Idem.
3. Tokyo Story. Ok, questo è meno scontato. Ma come rappresentanza nipponica nella top10 avrei scelto piuttosto Rashomon (che comunque è in buona posizione al n. 26).
4. La regola del gioco. E va bene, ci sta tutto.
5. Aurora. Film muto, non ha senso in questa classifica. Meglio una poesia di Borges o l’Eneide?
6. 2001: Odissea nello spazio. E grazie tante.
7. Sentieri selvaggi. Non certo il miglior John Ford, ma è comunque un gran film.
8. L’uomo con la macchina da presa. Cfr. Aurora.
9. La passione di Giovanna d’Arco. Un film nordico da intellettuali ci voleva pure, in top10.
10. . Il miglior film italiano di tutti i tempi non poteva mancare.

Alberto Gallo

Ps: a proposito di Vertigo/La donna che visse due volte, mi sono sempre chiesto perché nello studio del dottor Wilson ci sia il poster in versione italiana. Il titolo nostrano è il solito viaggio psichedelico di chi ha confuso il ruolo del traduttore con quello dell’autore o artista, ma in questo caso è un dannatissimo colpo di genio.

i dieci film più attesi del 2012

woody allen e penelope cruz sul set a roma

Nel 2011 le uscite cinematografiche interessanti non sono mancate, e – da Polanski a Lars Von Trier, da Almodovar a Woody Allen – sono spesso state all’altezza delle aspettative. Ecco ora un breve elenco dei film più attesi del 2012 in Italia.

1) Dopo il già mitico Petroliere, Paul Thomas Anderson torna con The master, storia ispirata, pare, alla setta di Scientology, nel film chiamata The Cause. Nel cast, tra gli altri, Philip Seymour Hoffman e Joaquin Phoenix. Musiche, come nel film precedente, del Radiohead Jonny Greenwood. Più di così…

2) Io non è che sia andato pazzo per Midnight in Paris, ma a molti è piaciuto. Questi molti, dunque, attenderanno con particolare trepidazione il progetto romano di Woody Allen, Nero Fiddled, con Penelope Cruz, Ellen Page, Roberto Benigni e lo stesso Woody. Nel cast anche una pletora di attorucoli nostrani. Mah!

3) Con Fantastic Mr. Fox ci ha fatto capire che un regista, quando è geniale, può cimentarsi alla grande, una tantum, anche con i cartoni animati. Ora Wes Anderson torna con Moonrise Kingdom, ambientato negli anni Sessanta. Nel cast un inedito – per Anderson – Bruce Willis e il solito, adorabile Bill Murray.

4) Quando il più grande regista vivente, a settant’anni suonati, decide di cimentarsi con la più rivoluzionaria, per quanto incompiuta, delle recenti innovazioni cinematografiche, c’è di che leccarsi i baffi. Lui è Martin Scorsese, l’innovazione è ovviamente il 3D e il film in questione è Hugo, basato sulla – pare – bellissima graphic novel The invention of Hugo Cabret di Brian Selznick.

5) Ho adorato Persepolis, secondo me uno dei cartoni animati migliori di tutti i tempi. Ripongo dunque grandissime aspettative su Poulet aux prunes, nuova opera cinematografica della fumettista iraniana Marjane Satrapi, co-diretta come la precedente da Vincent Paronnaud. Questa volta però non si tratta di un cartone, ma di un film con attori in carne e ossa. Tra i quali spicca il mio adorato Mathieu Amalric.

6) C’è poco da fare: il miglior film mai tratto da un fumetto è The dark knight, ennesima pellicola su Batman, diretta nel 2008 dal geniale Christopher Nolan. Tra poco uscirà il seguito di questo inquietante capolavoro, e si intitolerà The dark knight rises. Stesso cast, stesso regista: una garanzia.

7) Un nuovo cartone animato della Pixar è sempre un evento. Dopo gli ultimi capolavori Up e Wall-e arriva la favola Brave, diretta da Mark Andrews.

8) Ho letto Molto forte, incredibilmente vicino 5 o 6 anni fa, e non mi ha fatto una grande impressione. Ma è stato un caso letterario mondiale, e probabilmente il film tratto da questo romanzo di Jonathan Safran Foer sarà un caso cinematografico altrettanto importante, come già accadde nel 2005 con Ogni cosa è illuminata. Le premesse per un prodotto commerciale di buon livello, d’altronde, ci sono tutte: regista è il bravo Stephen Daldry (The hours), protagonisti Tom Hanks, Sandra Bullock e Max von Sydow.

9) Dopo esserci sorbiti i vari Thor, Hulk, Iron Man e Captain America singolarmente, tanto vale a questo punto sorbirseli nel film che li riunisce, The Avengers. Peccato che a dirigerlo sarà Joss Whedon, regista per anni e anni della serie tv Buffy. Non proprio un autore, insomma.

10) Tanto per citare un nome italiano in questa classifica, devo dire che sono abbastanza curioso di vedere come se la caverà Dario Argento con il suo Dracula 3D, esperimento singolare in quanto primo film nostrano in 3 dimensioni. Una cosa è certa: non potrà essere più brutto degli ultimi film del regista romano.

Alberto Gallo

classifica di fine stagione / 4

Un’altra stagione di cinema è giunta al termine. Una stagione veramente insipida, forse la peggiore da quando curo questo blog, tanto che per la prima volta ho fatto davvero fatica a trovare dieci titoli validi da indicare come i migliori dell’anno. Le delusioni e le schifezze, in compenso, non sono mancate.
Come d’abitudine ho preso in considerazione soltanto i film recensiti su questo blog – da settembre 2010 a oggi.

inception

*** I DIECI FILM MIGLIORI DELLA STAGIONE ***

Inception
(Usa/Uk 2010)
Noi credevamo
(Italia/Francia 2010)
Il cigno nero
(Usa 2010)
Venere nera
(Francia/Italia/Belgio 2010)
The next three days
(Usa/Francia 2010)
13 assassini
(Giappone/Uk 2010)
Il ragazzo con la bicicletta
(Belgio/Francia/Italia 2011)
Habemus papam
(Italia/Francia 2011)
The tree of life
(India/Uk 2011)
Source code
(Usa/Francia 2011)

noi credevamo

*** I CINQUE FILM PEGGIORI DELLA STAGIONE ***

The american
(Usa 2010)
Devil
(Usa 2010)
The tourist
(Usa/Francia 2010)
Skyline
(Usa 2010)
Parto col folle
(Usa 2010)
Menzione speciale, inoltre, per La misura del confine e soprattutto per Dreamland, che tanto avrei voluto vedere ma che nelle sale della mia città, purtroppo, non è mai uscito.

the tree of life

*** I CINQUE FILM PIU’ SOPRAVVALUTATI DELLA STAGIONE ***

Somewhere
(Usa 2010)
Un gelido inverno
(Usa 2010)
Il discorso del re
(Uk/Australia 2010)
The social network
(Usa 2010)
Thor
(Usa 2011)

black swan

*** CINQUE FILM PARTICOLARI CHE VALE LA PENA DI VEDERE ***

American life
(Usa/Uk 2009)
Buried
(Spagna 2010)
Scott Pilgrim vs. the world
(Usa/Canada/Uk 2010)
Oncle boonmee, celui qui se souvient de ses vies antérieures
(Thailandia/Spagna/Germania/Uk/Francia 2010)
Kill me please
(Belgio/Francia 2010)

habemus papam

*** LE CINQUE DELUSIONI MAGGIORI DELLA STAGIONE ***

L’altra verità
(Uk/Francia/Italia/Belgio/Spagna 2010)
Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni
(Usa/Spagna 2010)
Hereafter
(Usa 2010)
Boris – Il film
(Italia 2011)
Green hornet
(Usa 2011)

Alberto Gallo

2010 in review

The stats helper monkeys at WordPress.com mulled over how this blog did in 2010, and here’s a high level summary of its overall blog health:

Healthy blog!

The Blog-Health-o-Meter™ reads Wow.

Crunchy numbers

Featured image

About 3 million people visit the Taj Mahal every year. This blog was viewed about 25,000 times in 2010. If it were the Taj Mahal, it would take about 3 days for that many people to see it.

In 2010, there were 83 new posts, growing the total archive of this blog to 262 posts. There were 102 pictures uploaded, taking up a total of 25mb. That’s about 2 pictures per week.

The busiest day of the year was February 3rd with 196 views. The most popular post that day was avatar.

Where did they come from?

The top referring sites in 2010 were facebook.com, ale55andra.splinder.com, google.it, search.conduit.com, and liquida.it.

Some visitors came searching, mostly for monica vitti, charlton heston, laura chiatti, van diemen’s land, and tutta la vita davanti.

Attractions in 2010

These are the posts and pages that got the most views in 2010.

1

avatar February 2010
11 comments

2

michelangelo antonioni August 2007
2 comments

3

2000-2009: cinquanta film da salvare November 2009
20 comments

4

van diemen’s land November 2009
2 comments

5

classifica di fine stagione – 2 August 2009
5 comments

classifica di fine stagione / 3

inglourious basterds

Eccoci giunti come tutti gli anni alla classifica delle pellicole migliori e peggiori della stagione cinematografica appena trascorsa. Ho preso in considerazione soltanto i film recensiti sulle pagine di questo blog da settembre 2009 a oggi.

*** I DIECI FILM MIGLIORI DELLA STAGIONE ***

Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans (di Werner Herzog, Usa 2009)
Up (di Pete Docter e Bob Peterson, Usa 2009)
Inglourious basterds (di Quentin Tarantino, Usa-Germania 2009)
Van Diemen’s Land (di Jonathan Auf Der Heide, Australia 2009)
A serious man (di Joel Coen e Ethan Coen, Usa-Uk-Francia 2009)
Moon (di Duncan Jones, Uk 2009)
(500) giorni insieme (di Marc Webb, Usa 2009)
La prima cosa bella (di Paolo Virzì, Italia 2010)
Il segreto dei suoi occhi (di Juan José Campanella, Argentina-Spagna 2009)
Vendicami (di Johnnie To, Hong kong-Francia 2009)
Ma non posso non menzionare anche Agora (di Alejandro Amenábar, Spagna 2009) e L’uomo che verrà (di Giorgio Diritti, Italia 2009)

vengeance

*** I CINQUE FILM PEGGIORI DELLA STAGIONE ***

Baarìa (di Giuseppe Tornatore, Italia-Francia 2009)
Happy family (di Gabriele Salvatores, Italia 2010)
Il quarto tipo (di Olatunde Osunsanmi, Usa 2009)
Avatar (di James Cameron, Usa-Uk 2009)
Wolfman (di Joe Johnston, Usa-Uk 2010)
E mi hanno fatto piuttosto schifo anche Alice in wonderland (di Tim Burton, Usa 2010) e Motel Woodstock (di Ang Lee, Usa 2009)

500 giorni insieme

*** I CINQUE FILM PIU’ SOPRAVVALUTATI DELLA STAGIONE ***

Racconti dell’età dell’oro (di Hanno Höfer, Cristian Mungiu, Constantin Popescu, Ioana Uricaru e Razvan Marculescu, Romania-Francia 2009)
Nemico pubblico (di Michael Mann, Usa 2009)
Brothers (di Jim Sheridan, Usa 2009)
Il profeta (di Jacques Audiard, Francia-Italia 2009)
Bright star (di Jane Campion, Uk-Australia-Francia 2009)

la prima cosa bella

*** CINQUE FILM PARTICOLARI CHE VALE LA PENA DI VEDERE ***

District 9 (di Neill Blomkamp, Usa 2009)
Tetro (di Francis Ford Coppola, Usa-Argentina-Spagna-Italia 2009)
A single man (di Tom Ford, Usa 2009)
La bocca del lupo (di Pietro Marcello, Italia 2009)
Fantastic Mr. Fox (di Wes Anderson, Usa-Uk 2009)
E, sebbene da noi sia uscito molto in ritardo, anche Gli amori folli (di Alain Resnais, Francia-Italia 2009)

a serious man

*** LE CINQUE DELUSIONI MAGGIORI DELLA STAGIONE ***

Parnassus (di Terry Gilliam, Francia-Canada 2009)
Nel paese delle creature selvagge (di Spike Jonze, Usa 2009)
Il mio amico Eric (di Ken Loach, Uk-Italia-Francia-Belgio 2009)
Gli abbracci spezzati (di Pedro Almodóvar, Spagna 2009)
Shutter island (di Martin Scorsese, Usa 2010)

Alberto Gallo

2000/2009: cinquanta film da salvare

La 25ª ora

Tra poche settimane il primo decennio del XXI secolo se ne sarà andato. Ecco dunque una classifica dei 50 film più belli e memorabili di questi dieci anni, suddivisa in due parti: “top 20” e “gli altri 30”. All’interno delle due categorie ho disposto i film in ordine cronologico. Solo due regole: 1) i film devono essere usciti al cinema (motivo per cui non c’è, per esempio, Angels in America); 2) in ogni categoria è ammesso un solo film per ogni regista. Al fondo due ulteriori classifiche, dedicate all’Italia e ai cartoni animati. All’interno di ogni sezione i film sono disposti in ordine cronologico.

mystic river

*** TOP 20 ***
1 – La città incantata, di Hayao Miyazaki
(Giappone, 2001)
2 – La 25ª ora, di Spike Lee
(Usa, 2002)
3 – Il pianista, di Roman Polański
(Regno Unito/Francia/Polonia/Germania, 2002)
4 – Mystic river, di Clint Eastwood
(Usa, 2003)
5 – Big fish, di Tim Burton
(Usa, 2003)
6 – Dogville, di Lars Von Trier
(Danimarca/Francia/Svezia/Norvegia, 2003)
7 – Le invasioni barbariche, di Denys Arcand
(Canada/Francia, 2003)
8 – Eternal sunshine of the spotless mind, di Michel Gondry
(Usa, 2004)
9 – Ferro 3, di Kim Ki-duk
(Corea del Sud, 2004)
10 – Match point, di Woody Allen
(Regno Unito/Irlanda/Usa/Russia, 2005)
11 – Inland empire, di David Lynch
(Usa/Polonia/Francia, 2006)
12 – Il vento che accarezza l’erba, di Ken Loach
(Gran Bretagna, 2006)
13 – Le vite degli altri, di Florian Henckel von Donnersmarck
(Germania, 2006)
14 – Volver, di Pedro Almodóvar
(Spagna, 2006)
15 – La promessa dell’assassino, di David Cronenberg
(Gran Bretagna/Canada, 2007)
16 – Lo scafandro e la farfalla, di Julian Schnabel
(Francia/Usa, 2007)
17 – Io non sono qui, di Todd Haynes
(Usa/Germania, 2007)
18 – Non è un paese per vecchi, di Joel e Ethan Coen
(Usa, 2007)
19 – Il petroliere, di Paul Thomas Anderson
(Usa, 2007)
20 – Wall-e, di Andrew Stanton
(Usa, 2008)

match point

*** GLI ALTRI 30 ***
21 – Fratello, dove sei?, di Joel e Ethan Coen
(Usa, 2000)
22 – La stanza del figlio, di Nanni Moretti
(Italia, 2001)
23 – Mulholland drive, di David Lynch
(Francia/Usa, 2001)
24 – Il favoloso mondo di Amélie, di Jean-Pierre Jeunet
(Francia, 2001)
25 – Il ladro di orchidee, di Spike Jonze
(Usa, 2002)
26 – The hours, di Stephen Daldry
(Usa, 2002)
27 – Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera, di Kim Ki-duk
(Corea del Sud, 2003)
28 – La meglio gioventù, di Marco Tullio Giordana
(Italia, 2003)
29 – Kill Bill Vol. 1 & 2, di Quentin Tarantino
(Usa, 2003-2004)
30 – Le conseguenze dell’amore, di Paolo Sorrentino
(Italia, 2004)
31 – Million dollar baby, di Clint Eastwood
(Usa, 2004)
32 – 2046, di Wong Kar-Wai
(Francia/Hong Kong, 2004)
33 – Collateral, di Michael Mann
(Usa, 2004)
34 – The village, di M. Night Shyamalan
(Usa, 2004)
35 – Mare dentro, di Alejandro Amenábar
(Spagna/Francia/Italia, 2004)
36 – Heimat 3, di Edgar Reitz
(Germania, 2004)
37 – Hotel Rwanda, di Terry George
(Canada/Gran Bretagna/Italia/Sudafrica, 2004)
38 – The jacket, di John Maybury
(Usa, 2005)
39 – Good night and goodluck, di George Clooney
(Usa, 2005)
40 – The departed, di Martin Scorsese
(Usa, 2006)
41 – Radio America, di Robert Altman
(Usa, 2006)
42 – I figli degli uomini, di Alfonso Cuarón
(Gran Bretagna/Usa, 2006)
43 – L’ultimo inquisitore, di Milos Forman
(Spagna, 2006)
44 – Inside man, di Spike Lee
(Usa, 2006)
45 – Persepolis, di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud
(Francia/Usa, 2007)
46 – Sogni e delitti, di Woody Allen
(Usa/Gran Bretagna, 2007)
47 – Il treno per il Darjeeling, di Wes Anderson
(Usa, 2007)
48 – Onora il padre e la madre, di Sidney Lumet
(Usa, 2007)
49 – Gomorra, di Matteo Garrone
(Italia, 2008)
50 – Il nastro bianco, di Michael Haneke
(Austria/Francia/Germania, 2009)

volver

*** ITALIA – TOP 10 ***
1 – La stanza del figlio, di Nanni Moretti (2001)
2 – Il mestiere delle armi, di Ermanno Olmi (2001)
3 – Buongiorno, notte, di Marco Bellocchio (2003)
4 – Io non ho paura, di Gabriele Salvatores (2003)
5 – La meglio gioventù, di Marco Tullio Giordana (2003)
6 – Le conseguenze dell’amore, di Paolo Sorrentino (2004)
7 – Romanzo criminale, di Michele Placido (2005)
8 – La terra, di Sergio Rubini (2006)
9 – Gomorra, di Matteo Garrone (2008)
10 – Tutta la vita davanti, di Paolo Virzì (2008)

le vite degli altri

*** CARTONI ANIMATI – TOP 10 ***
1 – La città incantata, di Hayao Miyazaki
(Giappone, 2001)
2 – Shrek, di Vicky Jenson e Andrew Adamson
(Usa, 2001)
3 – L’era glaciale, di Chris Wedge e Carlos Saldanha
(Usa, 2002)
4 – Alla ricerca di Nemo, di Andrew Stanton
(Usa, 2003)
5 – Appuntamento a Belleville, di Sylvain Chomet
(Francia, 2003)
6 – La sposa cadavere, di Tim Burton e Mike Johnson
(Gran Bretagna, 2005)
7 – Persepolis, di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud
(Francia/Usa, 2007)
8 – Wall-e, di Andrew Stanton
(Usa, 2008)
9 – Valzer con Bashir, di Ari Folman
(Israele/Germania/Francia, 2008)
10 – Up, di Pete Docter e Bob Peterson
(Usa, 2009)

Clicca qui per vedere la classifica in versione video.

Alberto Gallo

classifica di fine stagione / 2

wall-e

Come l’anno scorso, ecco la classifica dei film migliori e peggiori della stagione cinematografica appena trascorsa. Ho preso in considerazione soltanto i film recensiti su questo blog da settembre 2008 a oggi.

*** I DIECI FILM MIGLIORI DELLA STAGIONE ***

Wall-e (di Andrew Stanton, Usa 2008)
The millionaire (di Danny Boyle, Gran Bretagna/Usa 2008)
Changeling (di Clint Eastwood, Usa 2008)
Il curioso caso di Benjamin Button (di David Fincher, Usa 2008)
Fortapàsc (di Marco Risi, Italia 2008)
The boat that rocked (di Richard Curtis, Gran Bretagna/Germania 2009)
Antichrist (di Lars Von Trier, Danimarca/Germania/Francia/Italia/Svezia/Polonia 2009)
Coraline (di Henry Selick, Usa 2008)
Revolutionary road (di Sam Mendes, Usa/Gran Bretagna 2008)
Gran Torino (di Clint Eastwood, Usa 2008)

benjamin button

*** I CINQUE FILM PEGGIORI DELLA STAGIONE ***

Doomsday (di Neil Marshall, Gran Bretagna/Usa/Sudafrica 2008)
Il passato è una terra straniera (di Daniele Vicari, Italia 2008)
Yes man (di Peyton Reed, Usa 2008)
The international (di Tom Tykwer, Usa/Germania/Gran Bretagna 2009)
The reader (di Stephen Daldry, Usa/Germania 2008)

the millionaire

*** I CINQUE FILM PIU’ SOPRAVVALUTATI DELLA STAGIONE ***

Come Dio comanda (di Gabriele Salvatores, Italia 2008)
L’ospite inatteso (di Thomas McCarthy, Usa 2007)
Gli amici del bar Margherita (di Pupi Avati, Italia 2009)
Die welle (di Dennis Gansel, Germania 2008)

antichrist

*** CINQUE FILM PARTICOLARI CHE VALE LA PENA DI VEDERE ***

Vicky Cristina Barcelona (di Woody Allen, Usa/Spagna 2008)
Lasciami entrare (di Tomas Alfredson, Svezia 2008)
Watchmen (di Zack Snyder, Gran Bretagna/Usa/Canada 2009)
The wrestler (di Darren Aronofsky, Usa 2008)
Burn after reading (di Ethan Coen e Joel Coen, Usa 2008)

the boat that rocked

*** LE CINQUE DELUSIONI MAGGIORI DELLA STAGIONE ***

Miracolo a Sant’Anna (di Spike Lee, Usa 2008)
Vincere (di Marco Bellocchio, Italia/Francia 2009)
La banda Baader Meinhof (di Uli Edel, Germania 2008)
W. (di Oliver Stone, Usa 2008)
Il dubbio (di John Patrick Shanley, Usa 2008)

Alberto Gallo

classifica di fine stagione / 1

lo scafandro e la farfalla

Rubo l’idea al mio omonimo e bel cineblog (C’era una volta il cinema) e – in preda alla noia da stage estivo – stilo la mia personale classifica dei film migliori e peggiori della stagione che va concludendosi.
Prenderò in considerazione solo le pellicole che ho recensito su questo blog da settembre 2007 a oggi (recensioni sia lunghe sia brevi).

*** I DIECI FILM MIGLIORI DELLA STAGIONE ***

1 – Lo scafandro e la farfalla ( di Julian Schnabel, Francia 2007 )
2 – Io non sono qui ( di Todd Haynes, Usa 2007 )
3 – Persepolis ( di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud, Francia/Usa 2007 )
4 – Il petroliere ( di Paul Thomas Anderson, Usa 2007 )
5 – Tutta la vita davanti ( di Paolo Virzì, Italia 2008 )
6 – Il divo ( di Paolo Sorrentino, Italia 2008 )
7 – Non è un paese per vecchi ( di Ethan e Joel Coen, Usa 2007 )
8 – Il treno per il Darjeeling ( di Wes Anderson, Usa 2007 )
9 – Gomorra ( di Matteo Garrone, Italia 2008 )
10 – La ragazza del lago ( di Andrea Molaioli, Italia 2006 )

Per poco non ce l’hanno fatta anche 1408 ( di Mikael Hafström, Usa 2007 ), Sogni e delitti ( di Woody Allen, Usa/Gran Bretagna 2007 ) e Onora il padre e la madre ( di Sidney Lumet, Usa 2007 ).

persepolis

*** I CINQUE FILM PEGGIORI DELLA STAGIONE ***

L’allenatore nel pallone 2 ( di Sergio Martino, Italia 2007 )
Caos calmo ( di Antonello Grimaldi, Italia 2007 )
Leoni per agnelli ( di Robert Redford, Usa 2007 )
Paranoid park ( di Gus Van Sant, Usa 2007 )
Colpo d’occhio ( di Sergio Rubini, Italia 2008 )

Per poco non sono stati inseriti anche La giusta distanza ( di Carlo Mazzacurati, Italia 2007 ) e 21 ( di Robert Luketic, Usa 2008 ).

*** I CINQUE FILM PIU’ SOPRAVVALUTATI DELLA STAGIONE ***

Il vento fa il suo giro ( di Giorgio Diritti, Italia 2005 )
Ratatouille ( di Brad Bird, Usa 2007 )
Lussuria ( di Ang Lee, Cina/Usa 2007)
Into the wild ( di Sean Penn, Usa 2007)
Once ( di John Carney, Irlanda 2006 )

io non sono qui

*** CINQUE FILM PARTICOLARI CHE VALE LA PENA DI VEDERE ***

Reign over me ( di Mike Binder, Usa 2007 )
Irina Palm ( di Sam Garbarski, Belgio/Lussemburgo/Gran Bretagna/Germania/Francia 2007)
Juno ( di Jason Reitman, Usa 2007 )
Be kind rewind ( di Michel Gondry, Usa 2007 )
My blueberry nights ( di Wong Kar-wai, Francia/Cina/Hong Kong 2007 )

*** LE CINQUE DELUSIONI MAGGIORI DELLA STAGIONE ***

Un’altra giovinezza ( di Francis Ford Coppola, Romania/Usa 2007 )
I Simpson, il film ( di David Silverman, Usa 2007 )
Sweeney Todd ( di Tim Burton, Usa/Gran Bretagna 2007 )
Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo ( di Steven Spielberg, Usa 2008 )
American gangster ( di Ridley Scott, Usa 2007 )

Alberto Gallo